Immagine casuale

_MG_1965-web.jpg

Contatore Visite

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter

ARCHIVIO

PDF Stampa E-mail

La zona di Posmon, grazie alla sua posizione ai piedi delle Rive e alla peculiarità di avere una falda acquifera che scorre sotto la sua superficie, ha avuto insediamenti umani già da millenni addietro. Sono noti infatti gli scavi in corso che stanno portando alla luce una necropoli preromana e documentazioni storiche raccontano che furono visibili per secoli i resti delle mura di un accampamento romano.

Fu in seguito un feudo dei Collalto e durante la dominazione della Serenissima vi furono erette diverse ville tra le quali si distingue Villa Pola,con il suo pregiato affresco raffigurante le gesta di Carlo Magno,Villa Van Axel, al cui interno si trovano le prime raffigurazioni ad affresco di Venezia e Piazza dei Signori di Treviso,Villa Giustinian Rinaldi, Villa Contarini etc..

Lo sfruttamento della falda acqui-fera,attraverso numerosi pozzi artesiani, permise lo sviluppo di un villaggio che ebbe tra le sue attività principali la coltivazione delle verdure. L’importanza dei pozzi per questa zona è sottolineato dal fatto che lo stesso nome “Posmon”, deriva da pos bon cioè pozzo buono.

Nel 1991, allo scopo principale di sostenere la squadra che rappresentava il quartiere nel Palio del Vecchio Mercato, nacque il Comitato Festeggiamenti di Posmon.

 

Dopo un paio d’anni di avventurose sistemazioni per organizzare la rinata sagra dell’Assunta, grazie alla disponibilità del Comune di Montebelluna, il Comitato potè avere in gestione un’area dove costruì una sede che crebbe nel corso degli anni fino a diventare quello che è oggi,cioè un entro ricreativo con un’attrezzata cucina e un’ampia sala usata anche da altre associazioni per i loro periodici incontri e per organizzare iniziative di carattere socio umanitario. Da tempo è stato costruito un bocciodromo coperto con due corsie in materiale sinte-tico.In un angolo di quest’area da un paio d’anni è stata sistemata una piazzetta con un busto in memoria di Giulio Menegon, un cittadino di Posmon che contribuì in maniera sensibile allo sviluppo dell’agricoltura di tutto il Mon-tebellunese, spingendo gli agricoltori ad unirsi in associazioni per avere più potere nelle fasi più importanti delle loro attività. Il Comitato organizza annualmente due sagre per raccogliere fondi per le sue numerose ini-ziative sociali. La prima è denominata “Festeggiamenti di Sant’Antonio ”perché cade nella ricorrenza di questo santo. La seconda, denominata ”Antica Sagra di Posmon” si svolge sempre nell’ultima settimana di agosto.

La frazione di Posmon è situata alla periferia di Montebelluna ed è punto di passaggio per raggiungere Asolo, Bassano e Castelfranco.

Deve il suo nome, che deriva da Pos Bon “pozzo buono” alla presenza nel territorio di numerosi pozzi artesiani situati a breve distanza gli uni dagli altri e fondamentali per lo sviluppo delle coltivazioni di fiori e ortaggi.

Questa frazione presenta degli aspetti di notevole interesse storico culturale, come documentano le tombe paleovenete venute alla luce nella zona a nord di Posmon e databili intorno al IX-XI sec. a.C.

Questi ritrovamenti fanno pensare a un vero e proprio insediamento paleoveneto che per la posizione di passaggio era in grado di instaurare scambi commerciali e culturali con altri centri.

Di sicuro interesse è conoscere nella zona le numerose ville venete: Villa Pola, Villa Corner Revedin ora Villa Rinaldi, Villa Loredan VAN AXEL, CAFALIER e Villa Morassutti, la cui costruzione risale al 1300, con un parco fra i più belli della Marca.

Come arrivare a Posmon:

Ultimo aggiornamento Martedì 09 Giugno 2009 16:16